Cons. Stato, sez.III – Pres. Lipari, Est. Santoleri – Ordinanza 17 Settembre 2021 n.5079

La prognosi di fondatezza  del ricorso della fase cautelare deve essere tale da riservare sempre al merito la delibazione definitiva

Con l’ordinanza cautelare n. 5079 del 17 settembre 2021 il Consiglio di Stato, in totale riforma della motivazione espressa dal Tar in primo grado, non solo ha disposto – valorizzando il periculum in mora dell’interesse della ricorrente-  l’ ammissione con riserva di quest’ultima ad una delle prove del concorso ( quella pratica), ma, inpingendo anche nel fumus del ricorso, ha paventato l’opportunità che il giudice di primo grado, in sede di merito, approfondisca adeguatamente la correttezza della valutazione  delle risposteda parte della commissione in relazione al contenuto, nonché alla chiarezza dei quesiti proposti. In tal modo il Giudice di secondo grado ha capovolto la prognosi di infondatezza nel merito dell’impugnazione  articolata dal Tar, secondo cui i chiarimenti della commissione valutatrice resi in ordine al contenuto di due quesiti della prova pratica avrebbero escluso già in fase cautelare  “in modo radicale il fumus” dell’impugnazione .

 

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp

Tag

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Puoi usare questi tags e attributi HTML:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Ultimi aggiornamenti

Galleria